+39 0172 44624

PON

PON


Cos'è il PON

Il Programma Operativo Nazionale (PON) del Miur, intitolato “Per la Scuola – competenze e ambienti per l’apprendimento” è un piano di interventi che punta a creare un sistema d'istruzione e di formazione di elevata qualità. È finanziato dai Fondi Strutturali Europei e ha una durata settennale, dal 2014 al 2020.

APPROFONDISCI


“PROGETTO WIFI PER TUTTI”

10.8.1.A2: Rete WiFi e gestione in Lan delle lezioni
PON AOODGEFID/9035 del 13/07/2015
Ampliamento/Adeguamento dell’infrastruttura e dei punti di accesso alla rete LAN/WLAN
DESCRIZIONE DEL PROGETTO
Questa Istituzione Scolastica attraverso il finanziamento ottenuto dal Bando prot n. 2800 del 12 novembre 2013 del MIUR ha potuto acquisire dotazioni tecnologiche e realizzare servizi di connettività wireless per una copertura parziale dell’istituto.
Attualmente gli studenti e i docenti della scuola possono fruire delle risorse digitali nella didattica in classe tramite dispositivi in dotazione come LIM., P.C., laboratori attrezzati, e anche attraverso i propri device personali Bring your own device (BYOD). L’uso di questi ultimi non è più semplicemente una moda, ma una realtà a cui bisogna essere preparati.
Attraverso questo progetto la scuola vuole realizzare un completo adeguamento dell’infrastruttura wireless in modo da ottenere la copertura dell’intero edificio permettendo la connessione simultanea ad un elevato numero di client, e nello specifico di implementare ulteriormente la connettività wireless in alcune aree dell’edificio che prevedono una concentrazione maggiore dell’utilizzo della rete rispetto a quella preventivata.
OBIETTIVI SPECIFICI E RISULTATI ATTESI
 Utilizzare libri di testo in formato digitale che prevedono l’uso della connessione wireless.
 Ottenere un controllo dello strumento Internet all’interno del contesto scolastico attraverso un sistema di firewall e partizione della banda.
 Favorire la crescita di una didattica collaborativa di classe, facilitando la comunicazione e la ricerca, da parte degli allievi e dei docenti.
 Condividere i registri informatici.
 Accedere alla piattaforma e-learning della scuola per condividere esercizi, compiti e lezioni.
 Adattare la rete LAN e wireless dell’edificio per porre le basi infrastrutturali per una didattica 2.0 – 3.0.
PECULIARITA’ DEL PROGETTO RISPETTO A :
riorganizzazione del tempo scuola, riorganizzazione didattico-metodologica, innovazione curriculare, uso di contenuti digitali
 Riorganizzare meglio il tempo scuola attraverso l’uso di lezioni digitali e piattaforme e-learning in modo che l’allievo possa avere a disposizione un supporto online per uno studio casalingo più approfondito e completo.
 Sviluppare una organizzazione didattica-metodologica attraverso l’uso di supporti didattici quali LIM, Tablet, P.C., laboratori attrezzai e device personali, per sviluppare sempre più una didattica laboratoriale.
 Superare la distinzione tra lezione teorica (funzionale allo sviluppo di conoscenze) e attività di Cooperative Learning (funzione allo sviluppo delle competenze).
 Creare e gestire, in modo semplice ed intuitivo, lezioni digitali e multimediali attraverso la piattaforma moodle.
STRATEGIE DI INTERVENTO ADOTTATE DALLA SCUOLA PER LE DISABILITA’
Il nostro Istituto è impegnato attivamente nell’inclusione degli studenti con disabilità.
Lo scopo istituzionale è di fare tutto il possibile affinché l’alunno diversamente abile possa sviluppare al meglio tutte le sue potenzialità, attraverso delle strategie di intervento basate su una didattica inclusiva.
Strategie:
• adottare strategie di apprendimento adeguate.
• promuovere interventi didattici sulla base dei livelli raggiunti.
• lavorare in gruppi di “apprendimento cooperativo” (cooperative learning).
• facilitare l’utilizzo di strumenti informatici.
• favorire l’organizzazione di attività pratiche professionalizzanti anche attraverso l’utilizzo di software specifici.
• realizzare attività didattiche nei laboratori informatici attrezzati dell’Istituto.

=> Consulta tutta la pratica


“WALKING HEADS” DIDATTICA PER AMBIENTI DI APPRENDIMENTO

DESCRIZIONE PROGETTO
Il progetto è strettamente collegato ad un percorso intrapreso dal Liceo “Giolitti-Gandino” di Bra a partire dal corrente A.S. 2015/16. Si tratta di un percorso di innovazione pedagogico–didattica e organizzativa, ispirato al concetto di didattica per ambienti d’apprendimento. Tale scelta ha l’obiettivo di coniugare la tradizione di alta qualità dell’insegnamento liceale italiano con un più funzionale sistema organizzativo che si ispira in parte a quello di matrice anglosassone.
Il Liceo funzionerà per “aula–ambiente di apprendimento”. E’ stata assegnata a ogni dipartimento disciplinare un gruppo di aule da attrezzare appositamente e collocate in una determinata zona dell’edificio scolastico.
Gli studenti si spostano durante i cambi d’ora. Ciò favorisce l’adozione di modelli didattici di insegnamento-apprendimento attivo in cui i ragazzi sono attori principali e motivati nella costruzione dei loro saperi.
La configurazione tradizionale delle aule, secondo la quale a ogni classe è attribuito uno spazio aula in cui gli studenti vivono la maggior parte del tempo scuola mentre i docenti girano da una classe all’altra, viene scompaginata per lasciare il posto ad aule laboratorio disciplinari.
Le aule sono assegnate in funzione dei dipartimenti disciplinari ed alle singole discipline che vi si insegneranno per cui vengono riprogettate e allestite in funzione della specificità della disciplina stessa. Il docente non ha più a disposizione un ambiente indifferenziato da condividere con i colleghi di altre materie, ma ogni dipartimento può personalizzare il proprio spazio di lavoro adeguandolo a una didattica attiva di tipo laboratoriale, predisponendo arredi, materiali, libri, strumentazioni, device, software, ecc.
L’arredo dell’aula, concepito in maniera flessibile e versatile, si presta a rapide trasformazioni, per adattarsi alla lezione che il docente intende offrire di volta in volta; l’aula, personalizzata dagli stessi docenti e resa da loro stessi confortevole ed ospitale, è un simbolo tangibile del cambiamento. Essa diventa il luogo elettivo dell’apprendimento in grado di rispondere in maniera efficace ed esauriente ai bisogni formativi ed informativi degli alunni del terzo millennio, abituati ad usare diversi codici di comunicazione, ed apprendere attraverso canali formali, non formali ed informali.
OBIETTIVI SPECIFICI E RISULTATI ATTESI
L’organizzazione dell’attività didattica per ambienti di apprendimento facilita questo tipo di approccio metodologico. Sono state infatti predisposte aule per lo svolgimento di lavori di gruppo, aule attrezzate con tablet, oltre ai laboratori di Lingue, Informatica e Scienze, che saranno frequentati da tutti gli studenti.
L’organizzazione adottata consente a tutte le classi, e quindi a tutti gli studenti del Liceo, di:
 accedere ad ogni ambiente attrezzato dove le aule stesse diventano dei piccoli laboratori.
 adottare una didattica più attiva, basata su forme di apprendimento collaborativo e supportata dall’uso delle nuove tecnologie.
e al personale docente di:
 superare la distinzione tra lezione teorica (funzionale allo sviluppo di conoscenze) e attività laboratoriale (funzionale allo sviluppo di competenze).
 implementare una didattica attiva attraverso l’utilizzo di sussidi didattici appropriati.
 rendere naturale e facile il lavoro sull’esperienza diretta o mediata dalle tecnologie digitali.
 creare occasioni di apprendimento che facilitano il confronto tra gli allievi sullo sviluppo e l’esito di esperimenti concreti.

=> Consulta tutta la pratica