+39 0172 44624

Protocollo studenti estero

Protocollo studenti estero


Protocollo relativo alla procedure relative alla gestione e valutazione degli studenti che frequentano un anno all’estero

Protocollo relativo alla procedure da osservare in merito alla gestione e alla
valutazione degli studenti che frequentano un anno all’estero
Fra Settembre e Ottobre 2018 viene convocata una riunione presso i locali della scuola a cui
vengono invitati gli studenti delle classi seconde e terze ed i loro genitori interessati all’opportunità
della frequenza all’estero per ricevere informazioni in merito.
Entro la data di scadenza per l’adesione, il Consiglio di classe (Ottobre- Novembre) elabora un
parere positivo o negativo circa la possibilità, da parte degli studenti che ne hanno fatto richiesta, di
poter frequentare con profitto un anno di studio in una scuola straniera. Tale parere ha valore
formativo e orientativo circa la preparazione globale dell’alunno che, in presenza di carenze in una
o più materie, si potrebbe trovare in una situazione di oggettiva difficoltà al rientro dall’esperienza.
Di questa eventualità deve essere informata tempestivamente la famiglia, che valuterà l’opportunità
o meno di far partire comunque il proprio figlio.
Entro il mese di Ottobre dell’anno in cui l’alunno frequenta l’anno di studio all’estero, il
coordinatore del Consiglio di classe avvia il contatto diretto con l’alunno e lo segue nell’iter di
rientro dall’esperienza, sino al suo reinserimento nella classe nell’anno scolastico successivo.
E’ fondamentale che lo studente fornisca in tempo utile l'elenco delle discipline studiate ed i
programmi svolti, assieme all'esito del corso di studi seguito (che dovrà essere positivo). Ciò al fine
di consentire ai docenti del consiglio di classe di indicare su quali discipline e su quali argomenti
sarà necessario che si prepari per il colloquio che si svolgerà a fine Agosto/inizio di Settembre
2019. Una prima definizione di discipline ed argomenti delle prove potrà essere fatta durante lo
scrutino di Giugno e poi meglio definito nel corso dell'estate se la documentazione ottenuta non
fosse completa o soddisfacente. Gli argomenti oggetto del colloquio di Agosto/inizio di Settembre
2019 (che potrà anche comprendere prove scritte) saranno comunicati allo studente ed alla famiglia
dopo lo scrutinio di Giugno o nel corso dei mesi estivi se dovesse essere necessario integrare le
informazioni. Dopo il colloquio di Agosto-Settembre si procederà allo scrutinio dello studente (se
non già effettuato a Giugno per carenza di documentazione fornita) ed all’attribuzione del credito.
Qualora l’accertamento rilevi carenze in alcune discipline, il Consiglio di classe programmerà
opportuni percorsi di sostegno e recupero da attivare nel corso dell’anno scolastico successivo al
rientro.
In particolare, i docenti delle discipline interessate dovranno programmare un percorso di recupero
che deve concludersi entro lo scrutinio del primo trimestre (Dicembre), termine entro cui si svolgerà
il definitivo accertamento previsto dalla normativa sulle materie non comprese nel piano di studi
compiuto presso la scuola estera o sulla parte di programma basilare delle stesse che l’allievo non
ha potuto apprendere all’estero (C.M. 8.10.99 n. 236).
La prova può consistere in un colloquio pluridisciplinare completato, eventualmente, da una o più
prove scritte solo per le discipline che le prevedono.